La Direttiva (UE) 2016/97 muterà il quadro normativo e regolamentare?

Ivan Dimitri Calaprice Avvocato

Lo abbiamo chiesto a Ivan Dimitri Calaprice, Avvocato esperto di diritto commerciale e assicurativo, docente del corso Contratti e vendita a distanza per le assicurazioni

Indubitabilmente. La nuova direttiva è destinata a scardinare  i vecchi paradigmi della intermediazione assicurativa e a introdurne di nuovi. L’indizio più evidente: la nozione chiave attorno al quale la nuova costruzione normativa viene oggi  strutturata è quella di “distribuzione” che supera – e di molto – quella di “intermediazione”. Il mutamento lessicale non è solo formale ma decisamente sostanziale poiché richiama  la volontà  di spostare l’asse dell’attenzione dall’ambito dei soggetti che propongono prodotti e servizi a quello di coloro che si dichiarano interessati ad acquistarli, a prescindere dal canale prescelto.

Il web, ad esempio,  è un bacino eccezionale di occasioni ma le regole della nuova direttiva ci ricordano che può diventare anche l’ennesima criticità del sistema, se non si comprende come utilizzarlo. Non è un caso che l’Ivass si sia già mossa formalmente per invitare tutti gli stakeholder ad un tavolo di lavoro proprio sul tema della c.d. IDD. E’ quindi non solo utile ma essenziale  iniziare a  capire per tempo quali saranno i nuovi scenari, i prossimi orientamenti,  le nuove difficoltà operative.

Related Events


Conoscere le nuove Responsabilità per i Medici e le Strutture Sanitarie

Come cambiano le responsabilità e le esigenze di tutela assicurative con la LEGGE GELLI

24 Ott - 25 Ott 2017, Milano

Rischi finanziari e operativi di Innovazione Assicurativa

Massimizzare gli investimenti e superare la renitenza culturale all’innovazione

12 Dic - 13 Dic 2017, Milano

IFRS17

Impostare una corretta attività preventiva per mitigare i rischi patrimoniali, economici e operativi

07 Nov - 08 Nov 2017, Milano